Top PDF Prise en charge du neurocytomes centraux : expérience du service de neurochirurgie CHU Mohamed VI

Stimatori della media di una popolazione per dati mancanti

Stimatori della media di una popolazione per dati mancanti

questo caso, i tradizionali stimatori per rapporto, alle differenze e per re- gressione della media sono utilizzati come valori imputati. Questi metodi sono pi` u complessi da applicare, per`o producono un incremento di efficien- za rispetto alle tecniche d’imputazione tradizionali. Sotto campionamento stratificato, si `e visto lo stimatore basato sull’imputazione multipla, la quale si basa sull’idea di creare un certo numero di valori imputati per ogni valore mancante e combinare i diversi data set completati separatamente per cia- scun strato. Abbiamo descritto alcuni metodi per trattare le non risposte nel caso di campionamento per clusters, in cui si tiene conto sia delle variabili ausiliarie che dell’informazione dei clusters stessi. Si sono presentati modelli sia per il caso in cui si ha a disposizione solamente la variabile di studio e le informazioni sull’effetto dei clusters, sia se si dispone anche di variabili ausiliarie osservate per tutto il campione: in questo caso, si sfrutta l’infor- mazione aggiuntiva per stimare Y .
More...

Read more

Stimatori della media di una popolazione per dati mancanti

Stimatori della media di una popolazione per dati mancanti

Nel secondo capitolo, diviso anch’esso per meccanismo generatore dei dati mancanti, presentiamo sei paragrafi riguardanti stimatori di ഥ che utilizzano metodi d’imputazione: i primi due paragrafi ipotizzano l’utilizzo del meccanismo MCAR, mentre gli ultimi quattro ipotizzano un meccanismo MAR. Nel primo paragrafo (2.2.1), presentiamo diversi stimatori che utilizzano metodi di imputazione per media, rapporto e regressione, confrontandone i relativi MSE. Tali stimatori vengono definiti ipotizzando diversi scenari, in relazione alla tipologia del dataset dei dati mancanti. Nel paragrafo 2.2.2, presentiamo alcune metodologie di imputazione nel campionamento stratificato e per cluster. Sotto campionamento stratificato, si è visto lo stimatore basato sull’imputazione multipla; quest’ultimo consiste nel creare un certo numero di valori imputati per ogni valore mancante e nel combinare i diversi dataset, completati separatamente, per ciascuno strato. Abbiamo, infine, descritto alcuni metodi per trattare le non risposte nel caso di campionamento per cluster. Si sono presentati modelli sia per il caso in cui si abbia a disposizione la variabile di studio e le informazioni sull’effetto dei cluster, sia se si dispone della variabile ausiliaria osservata per tutto il campione: in questo caso, si sfrutta l’informazione aggiuntiva per stimare ܻത.
More...

Read more

Analisi multivariata per osservazioni appaiate con dati mancanti

Analisi multivariata per osservazioni appaiate con dati mancanti

o di rischio, ritenuto accettabile. Controllare e contenere gli effetti di un errore sistematico è piuttosto difficile, anche se si aumenta la numerosità del campione o si utilizzano tecniche di analisi statistica più raffinate che, tramite stime aggiustate, depurino i risultati dall’effetto del bias. L’unico modo per ridurre il bias è quello di scegliere, in sede di pianificazione del- l’esperimento, un adeguato disegno sperimentale. Numerose sono le fonti di distorsione in un confronto prima-dopo tra cui le variazioni temporali della malattia, le variazioni temporali di personale, equipaggiamento e contesto di uno studio, la regressione statistica verso la media, fenomeno per cui una va- riabile che assume un valore estremo (molto alto o molto basso) nella prima misurazione tenderà ad essere più vicina alla media della popolazione nelle misurazioni successive, l’effetto apprendimento e l’effetto psicologico. Nono- stante queste limitazioni, anche per ragioni di carattere etico, i disegni prima e dopo senza gruppo di controllo sono molto utilizzati in biostatistica. Quasi sempre nel confronto prima-dopo in un solo gruppo di soggetti è il dopo ad essere favorito con il risultato che gran parte dei trattamenti sperimentali con disegni di questo tipo tendono ad apparire efficaci per poi spesso fallire quando messi alla prova in disegni sperimentali meno triviali capaci di offrire maggior protezione contro la distorsione. E’ forse l’elevata probabilità di un evento positivo la ragione per cui il disegno prima-dopo continua ad essere così popolare tra i ricercatori [16].
More...

Read more

Il convegno Scienza & Media 2006

Il convegno Scienza & Media 2006

La conclusione è stata che, per un’efficace comunicazione della scienza (a partire da quella divulgata dai media, fino a quella divulgata dalle biblioteche accademiche), c’è ancora parecchio da fare, a tutti i livelli. Le difficoltà, pur consi- derando le diverse situazioni (dal generico pub- blico di un quotidiano, al docente accademico nell’uso delle risorse elettroniche), sono in un certo senso comuni e riguardano sostanzial- mente il fatto che i modi di comunicare la scien- za e la conoscenza sono spesso inadeguati per il pubblico, e il fatto che spesso il pubblico è poco preparato o semplicemente poco stimolato ad acquisire in quel modo la conoscenza (per esem- pio, nel caso dell’uso degli e-journal, discusso nella quarta sessione, si nota che spesso l’utenza non è formata, e quindi nemmeno invo- gliata, a usarli adeguatamente). L’auspicio è che ognuno nel suo ruolo riesca a trovare i modi per far sì che la scienza e la conoscenza non restino chiuse nelle università e nei centri di ricerca.
More...

Read more

Dal progetto Pati alla distribuzione della popolazione sul territorio

Dal progetto Pati alla distribuzione della popolazione sul territorio

I DATI con cui si lavora riguardano la popolazione RESIDENTE cioè le “persone con dimora attuale in un comune che sono presenti al momento del censimento, o che non sono presenti sul territorio per motivi di servizio militare, lavoro all’estero o di studio”. Per svolgere le elaborazioni ci si è serviti di diverse FONTI : i censimenti della popolazione e delle abitazioni, i censimenti delle industrie e per l’anno 1807 del documento “Regno d' Italia, regio decreto, 25 marzo, 1807”, per il 1821 del “Compartimento territoriale delle province venete con sovrana risoluzione 8 febbraio 1818,ristampata nell'anno 1821,con l'aggiunta della popolazione e classificazione dei comuni”, per il 1846 del “Compartimento territoriale delle province dipendenti dall' I.R. Governo Veneto, pubblicato col Dispaccio N. 40285-3945, del 2 novembre 1845”.
More...

Read more

Dispositivo : un'archeologia della mente e dei media

Dispositivo : un'archeologia della mente e dei media

In ultimo, gli studi cognitivi possono offrire una chiave epistemologica alternativa all’interpretazione dei mutamenti dell’apparato percettivo-cognitivo avvenuti durante la così detta “modernità tecnologica”, un periodo che generalmente si fa risalire alla diffusione dei media della riproducibilità tecnica e della tele-comunicazione nel primo Ottocento e si conclude con il supposto arrivo del paradigma post-moderno negli anni sessanta del Novecento. In particolare, l’intervento di teorici tedeschi come Georg Simmel (1858-1915), Siegfried Kracauer (1889-1966) e Walter Benjamin (1892-1940) si è focalizzato sulle irrimediabili modificazioni cognitivo-percettive prodotte nell’essere umano occidentale dalla “iperstimolazione” della metropoli moderna. La “vita mentale della metropoli”, parafrasando Simmel, è così un iper-dispositivo che si interfaccia con le dinamiche architettoniche e tecnologiche dell’epoca, generando un inedito sistema di percezione- azione-ragionamento. 21 Se è certamente vero che un cambiamento sul piano della mobilità e dell’identità sociale è avvenuto nel corso della modernità (in particolare per il soggetto femminile), a mio avviso le tesi sulla “storicità della percezione”, come le definisce David Bordwell, hanno prodotto e producono numerosi fraintendimenti sul grado di plasticità e “situatedness” dell’esperienza. Esperienza percettiva che proprio nel contesto storico della modernità riscopre interesse sia sul piano filosofico, grazie al movimento fenomenologico, sia sul piano delle scienze della mente, con gli studi fisiologici, psicologici e successivamente psicoanalitici. In entrambi i contesti i media tecnologici offrono in primo luogo nuovi strumenti per indagare la mente-corpo dell’essere umano e in secondo tutta una “rinnovata” serie di metafore concettuali sulla coscienza e la mente. In terzo luogo producono un salto di qualità nell’interazione uomo-macchina in termini di ampliamento della vita fenomenologica dell’individuo (il cinema come “inconscio cognitivo” secondo Benjamin) ed estensione su scala spaziale e temporale del senso di presenza e di evento.
More...

Read more

Operazioni numeri mancanti - Materiale per scuola elementare materia matematica.

Operazioni numeri mancanti - Materiale per scuola elementare materia matematica.

Colora di rosa i secchielli che hanno come risultato un numero pari e di giallo quelli che hanno come risultato un numero dispari. 23+10=...[r]

Read more

L'effetto di stimatori con varienza combinata e non combinata sull'indice cpm quando si utilizzano sottocampioni

L'effetto di stimatori con varienza combinata e non combinata sull'indice cpm quando si utilizzano sottocampioni

Nella grande maggioranza delle ricerche sugli indici di capacità si assume che i dati siano composti in un unico grande campione, nella pratica, tuttavia, i dati sono raccolti in diversi campioni, ognuno dei quali suddiviso in sottocampioni.

Read more

Previsioni di popolazione del comune di sovizzo fino al 2027

Previsioni di popolazione del comune di sovizzo fino al 2027

Il discorso precedentemente fatto per la popolazione scolastica non è valido per la popolazione ultraottantenne. Per questa parte della popolazione infatti è possibile prevedere il suo ammontare, con un buon grado di fiducia anche per i prossimi vent’anni. Le persone che hanno attualmente (2007) dai sessanta anni in su, sono poi le stesse che nel 2027 saranno ultraottantenni. In questa fascia d’età, le migrazioni non influiscono in maniera rilevante sulla popolazione. Pertanto è facile prevedere che gli ultrasessantenni di oggi, opportunamente invecchiati, andranno a rappresentare gli ultraottantenni di domani. Nei grafici precedenti si poteva notare una sensibile diversità tra il I, il II e il III scenario. Nel Grafico 3.8 invece, tutti e tre gli scenari prevedono andamenti molto simili, quasi coincidenti.
More...

Read more

Solitons in Nonlocal Media

Solitons in Nonlocal Media

The simplest vector solitons (VS) are shape-preserving self-localized solutions of cou- pled Schr¨oedinger nonlinear evolution equations ( 6 ). Among them, Manakov spatial solitons ( 88 ) can be derived by the inverse scattering technique and were first ob- served in AlGaAs with orthogonally-polarized collinear beams interacting incoherently ( 89 ). Two-wavelength vector solitons in Kerr media were predicted by De La Fuente and co-workers ( 90 ), whereas VS consisting of bright and dark solitons were reported by Shalaby and Barthelemy ( 91 ). Quadratic solitons belong to the class of VS, be- cause they encompass the parametric interaction of waves at different wavelengths ( 48 ; 92 ; 93 ). The resulting self-guided beams, in general, have energy flows along directions depending on relative powers and birefringence ( 92 ). In photorefractives, VS were demonstrated in various forms, ranging from incoherent VS ( 94 ) to VS with bright and dark solitary components ( 95 ), soliton dipoles ( 96 ) and multimode solitons ( 94 ; 97 ). The term molecule soliton was introduced to embrace the rich and complex VS phenomenology ( 35 ).
More...

Read more

Mediterranei e popolazione : il caso di Cuba

Mediterranei e popolazione : il caso di Cuba

Se osserviamo l’andamento delle migrazioni interne ci rendiamo conto subito dell’importanza che queste hanno avuto nel determinare l’andamento della popolazione di ogni singola provincia. In particolare guardando l’andamento dei flussi migratori interni tra le provincie ci rendiamo conto che solo le regioni occidentali presentano negli ultimi 10 anni un saldo migratorio interno positivo, mentre in tutte le provincie orientali l’emigrazione verso altri territori è stata sempre superiore all’immigrazione. Su poco più di 66.000 persone che si sono spostate 10.162 si sono recate nella provincia de La Habana e altre 11.990 nella provincia della Capitale.
More...

Read more

"Exhibition companies": nuovo catalogo della banca dati di MEDIA Salles "European Cinema On-line Database"

"Exhibition companies": nuovo catalogo della banca dati di MEDIA Salles "European Cinema On-line Database"

Il nuovo catalogo risponderà alle esigenze di ricerca e analisi di un settore in trasformazione. In Europa dal 1995 al 1996 il numero di schermi è aumentato del 4,61% e il numero dei biglietti venduti del 7,62%. A questi fenomeni di segno positivo va aggiunta la crescita degli investimenti nell'esercizio europeo, che negli ultimi 20 anni, si è profondamente modificato nella struttura. I complessi multisala hanno sostituito, in misura più o meno estesa a seconda dei paesi, il cinema tradizionale con un solo schermo e la formula "multiplex" (cinema con 8 o più schermi e servizi ausiliari) sul modello americano si è ormai imposta in Europa e nel resto del mondo. Nel 1996 il Regno Unito, che in Europa è stato il primo mercato ad iniziare la trasformazione del parco sale in direzione dei multiplex, registra una densità di schermi in cinema monoschermo e multiplex pari rispettivamente al 15,47% e al 30,88%. Mentre l'Irlanda e il Belgio mostrano più o meno la stessa tendenza e gli altri stati europei sembrano comunque aver avviato questo processo di trasformazione, l'Italia presenta una densità di schermi in cinema monoschermo pari nel 1996 all' 83,32% (Annuario Statistico del Cinema Europeo - edizione 1997 - MEDIA Salles). Il 1997 ha visto però l'apertura di 4 multiplex a Bari, Genova, Verona e Vicenza.
More...

Read more

Basi di dati

Basi di dati

Libri ISBN (*) Titolo Genere Pagine Prezzo IDAutore Autori ID (*) Nome Nazionalità Anno di nascita 1 n giovedì 14 giugno 12.. 18/04/11 Basi di dati relazionali 38[r]

Read more

La popolazione dei comuni del parco colli euganei:evoluzione recente

La popolazione dei comuni del parco colli euganei:evoluzione recente

Dopo un periodo di dominio bizantino (540-602), seguirono le invasioni dei Longobardi (602 d.c.) che segnano l'inizio dell'età feudale. La sede ve- scovile e la popolazione migrano verso Malamocco, ponendo le basi della futura Venezia, successivamente, nell'VIII secolo il territorio è conquistato dei Franchi e agli inizi del X tocca agli Ungari invadere la città di Padova. Nei territori della Bassa si costruiscono torri e castelli sempre più numero- si, strumenti di difesa e simbolo di potere dei signori locali. E' la stagione delle città fortificate come Este, Monselice e Montagnana.
More...

Read more

La popolazione della citta' metropolitana di Padova: aggiornamenti al 2005

La popolazione della citta' metropolitana di Padova: aggiornamenti al 2005

In questa parte della tesi verrà effettuata l’analisi socio-demografica della città Metropolitana di Padova attraverso la quale si cercherà di mettere in luce le caratteristiche della popolazione residente e le dinamiche in atto sul territorio. Per questo tipo di elaborazione si è deciso di procedere inizialmente con una prima analisi relativa all’ammontare complessivo della popolazione residente nelle zone di interesse e la sua distribuzione. Una volta definito l’oggetto della ricerca si andrà ad approfondire le dinamiche che hanno caratterizzato la distribuzione della popolazione sul territorio a livello complessivo e successivamente per ogni singola realtà territoriale; infine si passerà all’analisi della struttura risultante, analizzando alcuni indicatori sintetici. Come approfondimento daremo uno sguardo alla popolazione straniera per quanto riguarda la sua dinamica, struttura e distribuzione sul territorio. Le analisi dei dati che verranno effettuate da qui in avanti saranno relative alla Città Metropolitana di Padova intesa come l’insieme dei Comuni limitrofi, che sarà definita come Prima Cintura e il Comune di Padova. Per quanto riguarda la Prima Cintura, saranno considerati appartenenti a questa fascia territoriale anche il Comune di Maserà di Padova e quello di Casalserugo anche se non confinano direttamente con il Comune di Padova.
More...

Read more

2.13 - Dati e previsioni

2.13 - Dati e previsioni

𝐐𝐮𝐞𝐬𝐢𝐭𝐨 𝟔. 𝟏. 𝟏. Si definisce media di una successione di dati statistici un qualsiasi valore reale com- preso fra il minore e il maggiore dei dati stessi, estremi inclusi. L’alternativa corretta è pertanto [D]. In realtà, a volte, nel linguaggio comune, capita di chiamare media di più numeri la media aritmetica, ma non è corretto. Ad esempio, nel caso dei numeri 4, 5 e 6 tanto per fissare le idee, la loro media aritmetica è 5, mentre una loro media è un qualsiasi numero reale compreso fra 4 e 6 inclusi. Tanto per dire sono medie i seguenti numeri: 4,1; 5; 5,7; 5,9.
More...

Read more

Esercitazione Algoritmo Controllo Temperature e Media

Esercitazione Algoritmo Controllo Temperature e Media

2.1) Segnali con un messaggio "Possibile rischio neve" temperatura al di sotto di 0 ° 2.2) Segnali con un messaggio "Possibile rischio di ebollizione umana" al di sopra di 40 ° .. per le temperature Interne sempre e solo per valori accettabili come quelle Esterne 3.1) Segnali "Ambiente troppo Freddo" se la temperatura Interna inferiore a 15° 3.2) Segnali "Ambiente troppo Caldo" se la temperatura Interna superiore a 30° Alla fine calcolare la MEDIA aritmetica tra temperatura interna e quella esterna

Read more

Riassunto di Geografia 3 Media  doc

Riassunto di Geografia 3 Media  doc

Per Nazione si intende un determinato gruppo umano che presenta gli stessi caratteri culturali: cioè che ha in comune lingua, tradizioni, costumi e religione. Per Stato, invece, si intende un gruppo umano che abita un territorio delimitato da confini ben precisi ed ha una propria organizzazione politica. Quindi gli individui appartenenti alla stessa Nazione non sempre costituiscono uno Stato unico ( gli Arabi formano numerosi Stati). Al contrario, un determinato Stato può raggruppare popoli di diversa nazionalità ( la Svizzera è abitata da gruppi di lingua tedesca, francese e italiana ). In base alla composizione della popolazione, gli Stati si definiscono: 1) nazionali, se sono abitati da una popolazione etnicamente omogenea (Austria); 2) binazionali, se sono abitati da due gruppi etnici differenti (Belgio); 3) plurinazionali, se sono abitati da parecchi gruppi etnici (Svizzera). LA STRUTTURA POLITICO-AMMINISTRATIVA DEGLI STATI:
More...

Read more

Appunti di Geografia 1 Media  doc

Appunti di Geografia 1 Media  doc

Il mare può essere più o meno profondo perché anche in fondo al mare ci sono montagne e pianure.. Sulle carte geografiche, se l’azzurro è più scuro vuol dire che il mare è molto prof[r]

Read more

Introduzione alla Gografia 1 Media  doc

Introduzione alla Gografia 1 Media  doc

Le montagne possono avere: origine tettonica, cioè create dal movimento delle zolle terrestri, dette anche placche, che scontrandosi hanno provocato il solleva[r]

Read more

Show all 9966 documents...